facebook
instagram
telegram
whatsapp
phone

328 90 23 750

SEI INTERESSATO? CONTATTACI PER TELEFONO O SU WHATSAPP PER UNA CONSULENZA GRATUITA, OPPURE COMPILA IL MODULO "CONTATTACI" .

risorsa 112

whatsapp
phone

328 90 23 750


whatsapp
phone

whatsapp
phone

Bando ISI INAIL 2023

2024-01-10 12:36

CF Business & Consulenze

Bandi Nazionali, Primo piano, Agricoltura, Regione Calabria, investimento, Inail, isi, bando inail, bando isi inail, regioni, bando nazionale, salute e sicurezza sul lavoro, trattore, agricoltura, macchine agricole, movimentazione manuale dei carichi, fondo perduto, rischi tecnopatici, macchina agricola, finanziamenti, finanziamenti agricoltura,

bando inail, inail, isi, isi inail, inail 2023, sicurezza sul lavoro, sicurezza nei luoghi di lavoro, sicurezza aziendale, agricoltura, trattore

Il presente bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori

bando inail, inail, isi, isi inail, inail 2023, sicurezza sul lavoro, sicurezza nei luoghi di lavoro, sicurezza aziendale, agricoltura, trattore

Finalità

Il bando Isi Inail 2023 ha un duplice obbiettivo.


Il 1° è quello di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Come tale si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile, con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali (DVR).


Il 2° obbiettivo è quello di incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro.
Quest'ultimi devono essere caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

 

L'incentivo è caratterizzato da un fondo perduto sull'investimento da realizzare pari al 65% per tutti gli ambiti di intervento e all'80% per i progetti in ambito agricolo presentati da “giovani agricoltori”

Soggetti destinatari

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore.

 

E' rivolto inoltre alle micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

Progetti ammessi a finanziamento

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

 

  • Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale - Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici - Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto - Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività - Asse di finanziamento 4
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5.

 

È stato semplificato l'elenco dei rischi sulla quale intervenire. Nello specifico, in maniera sintetica, gli ambiti di intervento si sviluppano nel seguente modo:

 

I Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici prevedono:

  • Riduzione del rischio chimico
  • Riduzione del rischio rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine
  • Riduzione del rischio derivante da vibrazioni meccaniche
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale di persone
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi mediante interventi di automazione
  • Riduzione del rischio emergenza nel settore della Pesca
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi nel settore della Pesca

 

I Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale prevedono:

  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI EN ISO 45001:2023
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti
    Sociali
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato

 

I Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici prevedono:

  • Riduzione del rischio di caduta dall’alto mediante l’installazione di ancoraggi fissati permanentemente
  • Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine obsoleti
  • Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete
  • Riduzione del rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento

 

I Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto prevedono:

  • Rimozione di coperture in cemento-amianto e loro rifacimento
  • Rimozione di coperture e controsoffitti in cemento-amianto e rifacimento delle coperture

 

I Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività prevedono:

  • Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine
  • Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di apparecchi elettrici

 

I Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli prevedono le seguenti misure con i relativi interventi:

  • Adozione di soluzioni innovative per il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell'azienda agricola, intervenendo nel seguente modo:
    • Acquisto di macchina agricola e forestale priva di motore, che determina un miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell'azienda agricola

 

  • Adozione di soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, intervenendo in uno dei seguenti modi:
    • Acquisto di trattore agricolo o forestale o di macchina agricola e forestale alimentati a gasolio e aventi, per almeno tre parametri, valori delle emissioni inquinanti inferiori di oltre il 50% ai valori limite previsti dalla vigente normativa
    • Acquisto di trattore agricolo o forestale o di macchina agricola e forestale alimentati a gasolio e aventi, per almeno tre parametri, valori delle emissioni inquinanti inferiori dal 30 al 50% ai valori limite previsti dalla vigente normativa
    • Acquisto di macchina agricola e forestale alimentata a benzina e avente, per almeno un parametro, valori delle emissioni inquinanti inferiori di oltre il 35% ai valori limite previsti dalla vigente normativa

 

Sempre i progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli prevedono anche i seguenti fattori di rischio con le relative soluzioni tecniche:

  • Infortuni causati da trattori agricoli o forestali o da macchine agricole e forestali obsoleti:
    • Acquisto di trattore agricolo o forestale con contestuale rottamazione di trattore di proprietà dell’impresa
    • Acquisto di macchina agricola e forestale con contestuale rottamazione di analoga macchina di proprietà dell’impresa

 

  • Rumore:
    • Acquisto di trattore agricolo o forestale il cui livello di rumorosità dichiarato dal costruttore sia inferiore di almeno 3 dB(A) rispetto ai limiti previsti dal regolamento comunitario di riferimento con contestuale permuta di altro trattore di proprietà dell’impresa;
    • Acquisto di trattore agricolo o forestale il cui livello di rumorosità dichiarato dal costruttore inferiore di almeno 2 dB(A) rispetto ai limiti previsti dal regolamento comunitario di riferimento con contestuale permuta di altro trattore di proprietà dell’impresa;
    • Acquisto di macchina agricola e forestale, dotata di motore endotermico o elettrico, che presenta un livello di pressione acustica dell’emissione ponderato A (LpA) e un livello di potenza acustica ponderata A (LWA) inferiori di almeno 3 dB(A) rispetto al valore degli stessi parametri di un’analoga macchina di proprietà dell’impresa che deve essere permutata
      contestualmente all’acquisto della nuova macchina;
    • Acquisto di macchina agricola e forestale, dotata di motore endotermico o elettrico, che presenta un livello di pressione acustica dell’emissione ponderato A (LpA) e un livello di potenza acustica ponderata A (LWA) inferiori di almeno 2 dB(A) rispetto al valore degli stessi parametri di un’analoga macchina di proprietà dell’impresa che deve essere permutata
      contestualmente all’acquisto della nuova macchina

Entità dell'agevolazione

Le risorse finanziarie destinate dall’Inail, ai progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.

Il finanziamento, in conto capitale, ovvero fondo perduto, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’iva, come di seguito riportato.

 

  • Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle spese ammissibili;
  • Per l’Asse 5 il finanziamento è concesso nella misura del: 
    • 65% per la generalità delle imprese agricole (sub Asse 5.1)
    • 80% per giovani agricoltori (sub Asse 5.2)

 

Per ciascun progetto il fondo perduto riconosciuto non potrà essere inferiore a 5.000,00 euro né superiore a 130.000,00 euro. Mentre il valore totale del progetto (fondo perduto + quota spettante all'impresa) non ha un importo massimo specificato.

Anticipazione

Nel caso l’agevolazione richiesta sia uguale o superiore a 30.000,00 Euro può essere richiesta un’anticipazione fino al 50% dell’importo del finanziamento stesso presentando apposita fidejussione

Termine di presentazione della domanda

L'apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda non è ancora stata stabilita. Sarà nostra premura aggiornarvi sulle novità al riguardo.

 

La data di apertura sportello indicata dall'INAIL è fissata per il 15 aprile 2024.

 

Il bando INAIL è un bando con una procedura molto complessa. Nella prima fase occorrerà caricare la domanda attraverso uno “sportello telematico” predisposto dall’INAIL. Nella seconda fase, verificato la validità formale della domanda ed il raggiungimento del punteggio minimo di ammissibilità, verrà rilasciato un codice per partecipare al click day. Nella terza fase occorrerà partecipare al click day e risultare tra i più veloci nell’invio del codice rilasciato. Nella quarta fase occorrerà fornire all’INAIL dimostrazione formale delle dichiarazioni precedentemente fatte in fase di domanda. Nella quinta fase l’INAIL valuterà la domanda ed eventualmente concederà il contributo. Nella sesta fase occorre presentare la documentazione finale per ottenere il saldo del contributo approvato.

 

Il nostro Team mette a disposizione le proprie competenze per accompagnare le aziende dalla prima all' ultima fase del Bando. 

 

Contattaci per una consulenza gratuita!

date.png

Unisciti al nostro canale WhatsApp per non perdere nessuna news sugli incentivi alle imprese

Unisciti al nostro canale Telegram per non perdere nessuna news sugli incentivi alle imprese

351 66 75 962

351 66 75 962

​CONTATTI

bianco@3x

CF BUSINESS E CONSULENZE SRLS

Via dei Normanni, 320

87064 Corigliano Rossano (CS)

​P.Iva: 03770520785
Tel: 351 66 75 962

Tel: 328 90 23 750


facebook
instagram
whatsapp
telegram
phone
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder