gtag('config', 'UA-138619423-3');
SUSFONDOCHIARO3x

facebook
instagram
whatsapp
messenger
phone
telegram
inviaci una richiesta
contattaci

DECRETO LIQUIDITA' 2020


whatsapp
messenger
phone

200 miliardi di euro per il mercato interno, altri 200 per l’export. 400 miliardi in totale quelli che il Governo Conte ha deciso di destinare nel nuovo decreto, il cosiddetto decreto liquidità che vuole dare ulteriore supporto alle imprese.

Le parole di Conte in conferenza stampa:

“È una potenza di fuoco” spiega il premier Conte, “io non ricordo un intervento così poderoso nella storia della nostra Repubblica per il finanziamento alle imprese. È una cifra enorme, che andrà sia a beneficio del mercato interno ma anche dell’export”.

​CONTATTI

MENU


facebook
instagram
phone
messenger
telegram
whatsapp

CIEFFE FINANZIA IMPRSA SRLS

VIia dei Normanni, 320

87064 Corigliano Rossano (CS)

​P.Iva: 03431440787
Tel: 3883632816

image-661.jpeg

Con il decreto di marzo “abbiamo varato alcune misure economiche, ora interveniamo con questo strumento per assicurare liquidità alle imprese. Stiamo lavorando ad un intervento molto più corposo, da realizzare questo mese, con un approccio più sistemico per tutte le categorie in sofferenza. Questa epidemia non è solo un’emergenza sanitaria, anche economica e sociale”, ribadisce Conte.

 

Il decreto di aprile conterrà strumenti di protezione sociale, per sostenere famiglie, lavoratori, tutte le persone in difficoltà e più vulnerabili. “Non possiamo lavorare solo su un fronte e su una sola prospettiva, stiamo lavorando su provvedimenti più ampi perché vogliamo confidare che Pasqua possa diventare un momento in cui la curva epidemica sia sempre più sotto controllo, se non discendente, e ci consenta di programmare la fase successiva”.

Decreto

Sono previste garanzie pubbliche su prestiti fino a 400 miliardi erogati dalle banche, secondo il seguente schema:

 

I prestiti possono avere un valore fino al 25% del fatturato dello scorso anno o al doppio del costo del personale

 

La dimensione

Per aziende fino a 499 dipendenti, prestiti fino a 800mila euro garantiti al 90% dallo Stato, fino al 100% con i Confidi.

Per aziende con più di 499 dipendenti:
garanzia al 90% per aziende con meno di 5mila dipendenti e fatturato fino a 1,5 miliardi;
garanzia all’80% per aziende con fatturato tra 1,5 e 5 miliardi;
garanzia al 70% per fatturato superiore ai 5 miliardi.

Entità del prestito

Per prestiti fino a 30mila euro, nessuna istruttoria né dalle banche né dal Fondo di garanzia, garanzia fino al 100%. L’intervento riguarda Pmi e persone fisiche esercenti attività di impresa o professioni, comunque non oltre il 25% del fatturato del beneficiario dell’ultimo bilancio.

Per prestiti fino a 800mila euro, per chi ha fatturato inferiore a 3,2 milioni, garanzia al 100% ma con valutazione da parte del Fondo di garanzia sui bilanci e le dichiarazioni fiscali degli ultimi due anni.

Per prestiti oltre gli 800mila euro e fino a 5 milioni, la garanzia è al 90% con valutazione da parte del Fondo, al 100% con i Confidi.


Tempi

10 anni per i prestiti garantiti al 100%
30 anni per i prestiti garantiti all'80%

 

Condizioni

Non distribuire dividendi nel 2020

Chi emette le garanzie

SACE per le grandi aziende;

Fondo di garanzia per le Pmi nel caso delle piccole.

Inoltre è prevista la sospensione dei vari adempimenti fiscali e contributivi quali versamenti dell’Iva, delle ritenute fiscali e contributive sui lavoratori dipendenti per i mesi di aprile e maggio 2020. In particolare questa misura interessa:

Tutti i soggetti con ricavi o compensi fino a 50 milioni nel 2019 che abbiano avuto un calo del fatturato di almeno il 33% a marzo e aprile rispetto agli stessi mesi del 2019.

Soggetti con ricavi o compensi oltre i 50 milioni nel 2019 che abbiano avuto un calo del fatturato di almeno il 50%.

I versamenti dovranno essere effettuati entro il 30 giugno in un' unica rata o in 5 mensili.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder